Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 18 aprile 2013

Rosso Belvedere Bambino (anche senza il soldino magalino!)

Mi scuso, innanzi tutto, per i lettori non Belvederiani, ma il titolo di questo breve post ha a che fare con un fenomeno assolutamente "locale", che poi è il solito, vecchio, stupido campanilismo tra piccole realtà, in una guerra tra poveri (perché ormai lo siamo, o lo saremo presto) che risulta ancora più insopportabile perché, questa volta, colpisce un progetto per bambini di tutta la zona, famiglie dell'intero territorio. Ma, si sa, al peggio non c'è mai fine.

Eppure, stiamo lavorando per voi! E soffriamo per voi!


Stefano Germi, Rosso Belvedere 2012
 Questo periodo è tutto un riunirsi, discutere, telefonare, inviare mail, chiedere preventivi per acquistare i libri, minacciare falegnami (e sorelle) per accelerare la costruzione delle nostre 2 Little Free Libraries (pronte, e allora minacciare serve!), richiamare all'ordine altri falegnami per i nostri 2 leggii giganti, andare nelle scuole materne per vedere come procedono i "libroni da leggione", stabilire i menù delle merende e della cena, arrabbiarsi per le scelte miopi di alcuni "finanziatori", ululare al vento la propria delusione, ricuperare entusiasmo, sputare veleno ma non troppo, accasciarsi lacrime agli occhi su comodissime poltrone rosse amiche e lulesche, salire in macchina e suggerire a chi sappiamo noi posti insoliti dove infilare rotoli di banconote così poco sostanziosi che pare di chiedere l'elemosina...

Come avrete capito (o forse no), Rosso Belvedere è entrato, anche quest'anno, nella fase in cui la rabbia rischia di diventare incontrollabile (la mia rabbia, è chiaro); per fortuna, ci sono tante persone a modo in questa sfortunata terra d'Emilia periferica (abbandonata dal grande fratello, ormai poco dotto, poco turrito e solo molto grasso!) in cui si spendono danari in eventi risonanti, deludenti, prepotenti, insipienti e via di rima!

Che si fa, allora? Si molla tutto? manco per sogno, anzi, proprio per il nostro sogno, inaspettata, è giunta la notizia che le tanto sospirate casette da sistemare nei 2 giardini sono pronte (eccole in anteprima):





E allora, W Mario Caselli (e W Emilio Carpani, nella foto), W Johnny Giacobazzi (leggii), W la Mara e tutta Caselli Arredamenti, W Samuele Fabbri (sostegni in ferro), W loro, per ora!

 E W al Comitato Genitori che ha lottato per avere quel soldino (i nomi sarebbero troppi).

E un grande W a Giuliana, magona, insegnante, dirigente scolastica, ex-assessore, forza della natura, potenza dell'intelligenza, nonna, santa donna...

Le maestre e i bambini delle Scuole dell'Infanzia di Lizzano e Vidiciatico si stanno preparando a dipingerle, i numeri ufficiali delle LFL sono il 5360 e 5361 (cioè siamo la 5360esima e 5361esima nel mondo), saremo la terza zona d'Italia ad avere una o più LFL, dopo Roma, Milano e Trento. Sì, ce la tiriamo da matti, ce la tiriamo soddisfatti!

Mi accorgo solo ora del mio linguaggio non certo da Accademia della Crusca, ma la gioia è tanta. Alla faccia del soldino!

accorrete, accorrete il 7, 8, 9 giugno 2013, Lizzano in Belvedere (BO): 3 giorni rossi come il fuoco, bambini come al gioco... a breve, il programma completo.

Divulgate, divulgate...


4 commenti:

  1. Salve!
    Wow...ho capito! Rabbia, e rabbia, e rabbia, e vedrai che qualcosa nasce...o rinasce! Sono contenta per tutti voi; mi piacciono le fattive entusiastiche iniziative, che mettono in moto fantasia, manualità, inventiva, o viceversa, sono interscambiabili!

    Bravo Riccioni...combatti per le cause giuste...l'osservazione su i mega eventi dove i soldini si sprecano, calza davvero, amo anch'io la freschezza delle realizzazioni che vedono le persone non passivi spettatori, ma attori!

    Buona fortuna!

    nonna ivana
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, nonna Ivana, sei sempre gentile con me, con i miei libri. La lotta è dura, ma quest'anno ho tante mamme scatenate che hanno voglia di fare. Non so ancora nulla da Crevalcore, ma spero proprio di arrivare anche lì con l'eco e con tanta voglia di stare con voi. A presto, dunque, e complimenti per il tuo blog, alessandro

      Elimina
  2. E fate proprio bene a tirarvela,e' un'iniziativa meravigliosa veramente poetica.Avevo letto un bellissimo articolo sul sito dei Topi e ne ero rimasta incantata.All'inaugurazione chi vorra' potra' donare un libro?Io spero proprio di esserci e se non sara' per quei giorni prima o poi capitero'.Buonanotte :) Paola

    RispondiElimina
  3. Certo, cara Paola, noi ti aspettiamo! E ai libri non si dice mai di no, portalo pure, prima o poi. Grazie e vieni a tirartela assieme a noi! ALE

    RispondiElimina